Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

PART-TIME E TRASFORMAZIONE IN RAPPORTO A TEMPO PIENO

Sentenza Corte di Cassazione n°18499 del 04.07.08

La Corte di Cassazione, con sentenza n°18499 del 04.07.08, si è espressa in merito ad un lavoratore assunto con contratto di lavoro part-time con la previsione di un orario mensile pari a 104 ore, che veniva poi abbondantemente superato nell'esecuzione del rapporto.

I giudici di merito accertavano la trasformazione in rapporto di lavoro a tempo pieno. La Società proponeva ricorso in Cassazione, argomentando che le prestazioni eccedenti l'orario stabilito venivano di volta in volta richieste al lavoratore, che aveva facoltà di rifiutarle - anche alla luce della disciplina collettiva applicata al rapporto de quo - e che di fatto le aveva più volte rifiutate.

La Cassazione, nel confermare la decisione dei giudici di merito, ha evidenziato anzitutto che alla fattispecie in questione andava applicata, ratione temporis, la disciplina previgente la riforma del lavoro part-time avvenuta con il D.Lgs.vo 61/2000.

Va premesso che tale disciplina ha subito negli ultimi anni diverse modifiche. Come ricordato dalla Corte nella motivazione della sentenza in esame, l'art. 6, comma 3, della legge citata stabiliva che i contratti collettivi potessero prevedere, su richiesta del lavoratore, il cosiddetto consolidamento nel proprio orario di lavoro, in tutto o in parte, del lavoro supplementare svolto in via non meramente occasionale (c.d supplementare strutturale; va ricordato che in base alla definizione legale per lavoro supplementare si intende il lavoro reso oltre l'orario concordato nel contratto individuale oltre il limite del tempo pieno).

Tale norma, tuttavia, è stata abrogata dall'art. 46 del D.Lgs.vo 276/2003. Ciò premesso, la Corte nel decidere il caso sottopostole e applicando il quadro normativo antecedente alle menzionate riforme - certamente più rigoroso in materia di ricorso al lavoro supplementare - in assenza di un'espressa previsione in materia di "consolidamento" dell'orario di lavoro, ha spostato l'indagine sul piano dell'interpretazione della volontà delle parti.

Secondo la Corte la volontà delle parti di trasformare il rapporto da part-time a tempo pieno non necessariamente deve essere espressa, ma può anche desumersi dalle concrete modalità di svolgimento del rapporto, quali la costante effettuazione in concreto da parte del dipendente di un orario di lavoro prossimo a quello stabilito per il tempo pieno. V'è da chiedersi se il principio espresso dalla Corte possa trovare applicazione anche nel quadro normativo vigente, indubbiamente caratterizzato da minor rigore e da una complessiva maggiore libertà nel ricorso al lavoro supplementare.

In estrema sintesi, va ricordato che la regolamentazione del lavoro supplementare rimane demandata ai contratti collettivi, ai quali è rimessa l'individuazione del numero massimo di ore effettuabili, le causali nonché le conseguenze del superamento dei limiti massimi consentiti.

In presenza della regolamentazione collettiva non è necessaria, in base alla esplicita previsione di legge, il consenso al lavoro supplementare da parte del lavoratore.

In mancanza di regolamentazione collettiva il lavoro supplementare è comunque ammesso su base volontaria e senza particolari limiti, salvo il limite del tempo pieno (circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n°9 del 18.03.04).

Va ritenuto che pur nel mutato contesto normativo, fatte salve più stringenti e specifiche previsioni dei contratti collettivi in quanto tali integranti un trattamento di miglior favore, l'applicazione del principio espresso dalla Corte e la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo parziale a tempo pieno possa ancora trovare spazio in tutte quelle ipotesi in cui il costante ricorso al lavoro supplementare e lo svolgimento di un orario sempre prossimo a quello a tempo pieno lascino emergere di fatto un'inequivoca volontà delle parti di dare esecuzione ad un rapporto di lavoro full-time.



Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
data creazione  data creazione: 10/11/2008« indietro
Bookmark and Share

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino