Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

NASCITA DI UNA IMPRESA: DALL'IDEA AL MERCATO

Piccoli imprenditori si diventa. Ma come?

Giovani e desiderosi di aprire una attività commerciale, sviluppare un nuovo servizio turistico, lanciare un nuovo prodotto sul mercato: tutti dovranno fare i conti con l’avviamento della propria impresa, ovvero con una fase di start up aziendale.

Piccoli imprenditori si diventa. Ma come?

Per iniziare una nuova attività bisogna pianificare con cura tutto il progetto ed essere pronti ad affrontare anche eventuali contrattempi. Il primo passo per riuscire nell’avventura di mettersi in proprio è partire dalle competenze personali. Infatti senza una valutazione attenta delle proprie caratteristiche individuali l’attività avrà vita breve. Inoltre, una strategia vincente potrebbe consistere nell’appoggiarsi alle realtà già esistenti sviluppandone degli aspetti particolari, ad esempio un servizio che nessuno offre e soprattutto che si ritenga possa avere dei clienti. In altre parole è importante puntare a coprire una nicchia di mercato.

L’idea dell’impresa non deve essere troppo complessa perché il periodo critico che segna la sopravvivenza o la chiusura di un’attività comprende i primi 4 anni. In questa fase si presentano molte criticità perché il giovane imprenditore deve occuparsi di tutto, dalla pubblicità alla gestione del personale. Una volta individuata la propria nicchia di mercato, si passa all’analisi del target di riferimento e della quantità di clienti che è possibile raggiungere. Come fare?. Si possono effettuare delle indagini di mercato qualitative anche semplicemente intervistando possibili compratori e riuscendo a capire la loro opinione. Bisogna poi valutare il livello della concorrenza. Nel caso si decida di lanciare un prodotto, è fondamentale partire avendo già a disposizione un portafoglio di potenziali clienti: infatti anche pochissimi ma sicuri acquirenti possono garantire la continuità dell’azienda nei suoi primi anni di vita. Dunque, non bisogna pensare solo al prodotto ma anche al sistema di relazioni da costruire in base al proprio business."

Dopo la valutazione del posizionamento aziendale, viene l’ora di pensare ai finanziamenti. Se non si hanno a disposizione tutti i fondi si può chiedere un aiuto a Invitalia, l’Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti che agisce su mandato del Governo o anche ricorrere a possibili fondi dell’Unione europea". E’ difficile che le banche finanzino il progetto. L’importante è non iniziare un’attività se non si ha a disposizione almeno il 30 o il 40% dell’investimento iniziale. La burocrazia, poi, rimane complessa e, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al mondo imprenditoriale, rischia di essere un ostacolo.

Ma ci sono dei settori in espansione che possono dare più possibilità di successo?. Dipende sempre dal luogo in cui si vuole installare la propria azienda, ma in generale il settore informatico potrà dare ancora per qualche tempo delle buone possibilità. Si potrebbe puntare sul settore delle energie rinnovabili, un mercato che è ancora di nicchia ma tenderà a svilupparsi sia nella produzione che nell’offerta di servizi.

Il consiglio è quello di ‘farsi le ossa’ con un periodo di pratica dopo la laurea, per capire come funziona un’azienda o un’attività commerciale prima di realizzare il proprio progetto.

Fonte: La Repubblica



Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
data creazione  data creazione: 10/11/2008« indietro
Bookmark and Share

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino