Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

PIANO ANTI-CRISI: VIA LIBERA AL DECRETO

Ecco le novità del piano anti-crisi

Per le famiglie arriva il bonus con una dote più elevata e un tetto reddituale superiore se c'è un disabile. Per le imprese un taglio di tre punti dell'acconto Irpef e Ires, mentre per le aziende che fatturano fino a € 200.000,00 l'Iva si pagherà al momento dell'incasso e non più all'emissione della fattura. Viene prorogata per il 2009 la detassazione dei premi, ma non quella degli straordinari. Potenziati ed estesi gli strumenti di tutela del reddito in caso di sospensione del lavoro o di disoccupazione, nonchè la disciplina per la concessione degli ammortizzatori in deroga. Non ha trovato spazio, invece, la detassazione delle tredicesime. Questi i contenuti principali del Decreto Legge n°185 del 29.11.08 approvato dal Consiglio dei Ministri per il varo delle misure anti-crisi. Un pacchetto di interventi per famiglie e imprese, per riattivare i consumi e combattere la crisi economica. Ecco in sintesi le misure per arginare la crisi:

Bonus famiglia: tetto fino a € 35.000,00 se c'è un disabile. E' stato potenziato nell'importo e nella platea dei beneficiari il bonus che raggiungerà pensionati e famiglie con figli a carico. Si tratta di un bonus da un minimo di € 200,00 a un massino di € 1.000,00, che sarà distribuito in base al reddito. Ad averne diritto saranno i nuclei di lavoratori dipendenti con figli e i pensionati con un reddito annuo fino a € 22.000,00. Per le famiglie con partatori di handicap il tetto sale fino a € 35.000,00. Il bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienti, riguarderà poco meno di 8.000.000 di soggetti. Il bonus è cumulabile con la social card. Entrando nel dettaglio verrà erogato dai sostituti di imposta a Gennaio/Febbraio attraverso una detrazione. Il beneficio sarà di € 200,00 per i soggetti unici componenti il nucleo familiare se il reddito non è superiore agli € 15.000,00; di € 300,00 se la famiglia è composta da due persone con un reddito di € 17.000,00 l'anno; di € 450,00 se la famiglia è composta da tre persone, sempre con un reddito di € 17.000,00 l'anno. Il bonus sarà, invece, di € 500,00 per le famiglie di quattro componenti con un reddito di € 20.000,00 l'anno; di € 600,00 se i componenti la famiglia sono cinque, sempre con un reddito annuo di € 20.000,00. Avranno € 1.000,00 le famiglie di cinque o più componenti con un redditto annuo di € 22.000,00. Se nella famiglia c'è un portatore di handicap il tetto di reddito sale a € 35.000,00. Esclusi dal beneficio i lavoratori autonomi, i titolari di partita Iva e chi ha redditi fondiari superiori a € 2.500,00. La richiesta per la concessione del bonus deve essere presentata entro il 31.01.09 con autocertificazione mediante modulo dell'Agenzia delle Entrate.

Sconti sulle tariffe. Le tariffe non potranno salire, ma ci saranno strumenti per farle scendere. Dal 01.01.09 le famiglie economicamente svantaggiate, che hanno diritto all'applicazione delle tariffe agevolate per l'energia elettrica, avranno diritto allo sconto sulla bolletta del gas. La compensazione della spesa sarà riconosciuta in forma differenziata per zone climatiche e in base al numero dei componenti del nucleo familiare fino ad uno sconto massimo del 15%. Per il primo semestre del 2009 le variazioni tariffarie autostradali non saranno applicate. 

Riduzione di 3 punti sull'acconto Ires e Irpef. Nel pacchetto di misure per l'imprese ne arriva una temporanea: il taglio per il 2008 di tre punti dell'acconto Ires e Irpes di fine Novembre. Dunque l'acconto Irpef passa al 96% mentre quello Ires scende al 97%. Sarà anche possibile dedurre dal reddito ai fini Ires e Irpef una quota tra il 10 e il 15% della base imponibile dell'Irap.

Prorogata la detassazione dei premi. Si alla proroga della detassazione del salario di produttività, vale a dire premi e incentivi, per redditi fino a € 35.000.00 l'anno. Raddoppia anche la parte di reddito su cui applicare gli sgravi, che passa da € 3.000,00 a € 6.000,00. Non è stata, invece, prorogata la detassazione sugli straordinari. La tassazione agevolata dei premi è stata estesa anche ai lavoratori pubblici del comparto sicurezza.

Versamento Iva solo all'incasso della fattura. Nel pacchetto arriva la cosiddetta Iva per cassa per le imprese. In pratica l'obbligo, per le aziende con fatturato fino a € 200.000,00, di versamento dell'impota sul valore aggiunto slitta dal momento dell'emissione della fattura a quella dell'incasso.

Potenziamento ed estensione degli strumenti di tutela del reddito in caso di sospensione del lavoro o di disoccupazione, nonchè disciplina per la concessione degli ammortizzatori in deroga. Attraverso il Fondo per l'Occupazione si intende concorrere al finanziamento di alcuni istituti che possono così sintetizzaresi:

  • indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali per i lavoratori sospesi per crisi aziendali o occupazionali che siano in possesso dei requisiti, subordinatamente ad un intervento integrativo pari ad almeno il 20% a carico degli Enti bilaterali previsti dalla contrattazione collettiva, ivi compresi quelli previsti dall'art.12 del D.Lgs. 276/2003. La durata massima è di 90 giornate di indennità nell'anno solare. La norma non trova applicazione nei confronti di lavoratori occupati in aziende destinatarie di Cassa Integrazione Guadagni (CIG); nei contratti a tempo indeterminato con mansioni programmate e nei contratti atempo parziale di tipo verticale. L'indennità di disoccupazione non spetta nel caso in cui la perdita o la sospensione dello stato di disoccupazione trovino una propria disciplina nella normativa in materia di incrocio tra domanda e offerta di lavoro, ovvero quando il lavoratore rifiuta un offerta di lavoro senza giustificato motivo;
  • indennità ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti ridotti, in favore dei dipendenti da imprese artigiane o agenzie di somministrazione in missione presso imprese del settore artigianato sospesi per crisi aziendali o occupazionali subordinatamente ad un intervento integrativo pari ad almeno il 20% da parte degli Enti bilaterali. La durata massima è di 90 giorni e valgono le stesse limitazioni sopra indicate.

Prevista, in via sperimentale per il periodo 2009/2011 e, subordinatamente ad unintervento integrativo da parte degli Enti bilaterali pari ad almeno il 20%, la concessione, in favore degli apprendisti assunti alla data del 29.11.08, con almeno tre mesi di servizio presso l'azienda interessata dal trattamento, dell'indennità ordinaria di disoccupazione con requisiti normali per la durata massima di 90 giorni. 

Il datore di lavoro è tenuto a comunicare sia ai Centri per l'Impiego territorialmente competenti che all'I.N.P.S, la sospensione dell'attività e i nominativi dei soggetti interessati. Questi ultimi debbono immediatamente rendersi disponibili ad una nuova attività attraverso una dichiarazione al competente Centro per l'Impiego. Quest'ultimo immediatamente o, comunque, nei cinque giorni succesivi, deve comunicare i nominativi a tutte le agenzie di lavoro e agli altri soggetti accreditati, artt.4, 5, 6 e 7 del D.Lgs. 276/2003, dei lavoratori che devono essere disponibili sia ad una ricollocazione che ad un percorso formativo finalizzato all'occupazione.

Una disposizione a parte riguarda i collaboratori coordinati e continuativi. Infatti nel triennio 2009/2011 è riconosciuta una somma liquidata in un'unica soluzione pari al 10% del reddito percepito nell'anno precedente, ai co.co.co, art.61, comma 1, D.Lgs. 276/2003, iscritti in via esclusiva alla gestione separata dell'I.N.P.S, art.2, comma 26. Legge 335/1995, che operino in regime di mono commitenza; che abbiano conseguito nell'anno precedente un reddito superiore a € 5.000,00 o inferiore a € 13.800,00 (minimo reddituale di cui all'art.1, comma 3, Legge 223/1991), con un numero di mensilità accreditate alla gestione separata non inferiore a tre; che svolgono nell'anno di riferimento l'attività in zone dichiarate in stato di crisi ovvero in settori dichiarati in crisi e che non risultino accreditati nell'anno di riferimento almeno due mesi presso la gestione separata.

Le risorse finanziarie per gli ammortizzatori sociali in deroga possono essere utilizzate oltre che per i lavoratori subordinati, anche per gli apprendisti e per il lavoratori somministrati.

Nell'ambito delle risorse per l'anno 2009 destinate alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) in deroga, alla mobilità e alla disoccupazione, i trattamenti possono essere prorogati con Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, con accordi da stipulare entro il 20.05.09 per settori produttivi o aree territoriali, recepiti in sede gorvernativa entro il 15.06.09.

L'erogazione dei trattamenti in deroga sia come prima concessione che come proroga è subordinata alla sottoscrizione da parte dei lavoratori interessati di appositi "patti di servizio" presso i Centri per l'Impiego competenti per territorio. I lavoratori destinatari delle somme di sostegno al reddito, perdono il diritto a qualsiasi erogazione nel caso in cui rifiutino la sottoscrizione degli stessti "patti di servizio". Sarà lo stesso Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali a definire, con proprio Decreto, le modalità attuative del "patto di servizio".

Viene prorogata al 31.12.09 la normativa sui trattamenti integrativi e sulla mobilità per i dipendenti di imprese commerciali con più di 50 dipendenti, di agenzie di viaggio e turismo, compresi gli operatori turistici, con un organico superiore alle 50 unità, di imprese di vigilanza privata con più di 15 dipendenti.

L'iscrizione nelle liste di mobilità per il avoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo da imprese sottodimensionate alle 16 unità, è prorogata al 31.12.09.



Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
data creazione  data creazione: 28/11/2008« indietro
Bookmark and Share

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino