Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER

Novità in arrivo per la Patente europea del computer

Nuovi contenuti per la Patente europea del computer Ecdl, la certificazione lanciata 10 anni fa in Europa dal Cepis (Federazione delle associazioni dell’informatica dei paesi europei) e in Italia da Aica (Associazione per l’informatica e il calcolo automatico), che è diventata un riferimento per le imprese, la pubblica amministrazione, la scuola e il mondo del lavoro. Giunta al suo decimo anno, la patente si aggiorna agli ultimi sviluppi della società dell’informazione, con l’arricchimento dello schema di riferimento delle conoscenze (Syllabus): dalla fruizione di applicazioni web alla capacità di difendersi dalle frodi on-line e dalla posta indesideratadagli ultimi sviluppi degli ambienti Microsoft, ai sotware aperti da sempre all’attenzione di Aica e oggi sempre più diffusi presso utilizzatori e aziende.

Le novità sono state illustrate a Milano, al convegno ‘Nuova Ecdl, Formarsi e crescere per lavorare meglio’, organizzato da Aica, con la partecipazione di esponenti del mondo della formazione, dell’impresa e della pubblica amministrazione.

L’iniziativa ha anche consentito di fare il punto sui traguardi raggiunti e sulle prospettive dei programmi di alfabetizzazione informatica diffusa, che possono anche contare sul supporto dell’Unione europea (Programma 2010, per lo sviluppo dell’information society).

Ampio spazio è stato anche destinato all’avanzare del fenomeno dei software aperti con interventi e workshop dedicati.

Fondato su un sistema che prevede libertà di preparazione, attraverso libri a costo contenuto, il programma Ecdl conta oggi, in Italia, sulla collaborazione di centinaia di scuole, università amministrazioni, e di centinaia di centri di formazione privati che rendono disponibili oltre 2.700 sedi d’esame (test center) in tutto il territorio nazionale, per oltre 80.000 test ogni mese.

Inoltre, la certificazione è strumento strategico di alfabetizzazione informatica riconosciuto da quasi tutte le regioni, dalle forze armate e di polizia, dalle principali amministrazioni centrali dello stato. Ma non solo: la Patente europea del computer è al centro di intese ministeriali significative per la sua diffusione nel mondo della scuola e dell’Università, con programmi che coinvolgono studenti, docenti e personale non docente, e contribuisce in modo significativo allo sviluppo dei settori della formazione e dell’editoria specializzata.

Le stime più aggiornate indicano che tale contributo si è tradotto, in Italia e negli ultimi 3 anni, in una domanda indotta di beni e servizi di circa 150 milioni di Euro, valore pari a ben il 25% del fatturato nazionale della formazione Ict.

Fonte: LabItalia



Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
data creazione  data creazione: 16/12/2008« indietro
Bookmark and Share

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino